GIANLUCA BAVAGNOLI e LUCIA EMILIA STIPARI – “Piano B”

Forza di volontà, auto-disciplina, sacrificio: tutta roba da sgobboni sfigati! Io sono più furbo! La vita bisogna godersela e le difficoltà vanno evitate come la peste! Il fatto poi che in questo periodo non stia realizzando molti dei miei obiettivi naturalmente è solo una questione di sfiga!

Questo è ciò che sentiamo dirci al giorno d’oggi, per carità, a nessuno piacciono le difficoltà, ma se desideriamo davvero raggiungere i nostri obiettivi, dobbiamo allenarci e sviluppare i muscoli necessari per librarci in aria. Le difficoltà sono i nostri allenamenti, sono ciò che ci fortifica, ciò che rafforza le nostre competenze, la nostra resilienza, la nostra forza di volontà. Attraverso le asperità si arriva alle stelle. Lo sapeva il grande Seneca, filosofo, poeta, politico e drammaturgo romano, era ben consapevole di come le difficoltà fossero in grado di forgiare il carattere di un essere umano. Possiamo ancora contare sugli insegnamenti di uno dei più grandi filosofi di tutti i tempi e farne tesoro “La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’occasione”.

Seneca è stato uno dei principali esponenti della scuola stoica, lo stoicismo ci insegna che il massimo bene della vita è il perseguimento delle quattro virtù cardinali: della saggezza pratica, della temperanza, della giustizia e del coraggio, che sono le uniche cose che ci fanno sempre bene e non possono causare danni.

Ma perché ci arrendiamo e ci scoraggiamo? Ve lo siete mai chiesti?

Ogni volta che ci poniamo un obiettivo, iniziamo subito a pensare a quanto sarebbe bello poterlo realizzare subito, senza troppi sforzi, senza troppe difficoltà. Ed è così che ci focalizziamo esclusivamente sui risultati, trascurando i progressi quotidiani ed evitando accuratamente le difficoltà, che emergono lungo il percorso. Magari preferiamo procrastinare, continuando ad illuderci che un giorno, chissà in che modo, realizzeremo i nostri obiettivi, piuttosto che fare la cosa più semplice e logica: affrontare le difficoltà, fare quello che sappiamo di dover fare, focalizzarci sui progressi quotidiani. Se ripensiamo solo per un istante agli obiettivi più importanti che abbiamo realizzato nella vita, ci renderemo conto che non è stato l’obbiettivo in sé a contare davvero, quanto il percorso svolto per raggiungerlo. L’unica vita che vale la pena di vivere è quella della rettitudine morale, il tipo di esistenza di cui non ci si potrebbe mai vergognare.

Ma allora vale la pena chiedersi: “Che cos’è la felicità? Come ci si arriva?

A tutti è capitato di affrontare momenti difficili, momenti in cui la vita ci mette alla prova o ci pone davanti degli ostacoli da superare. C’è chi è in grado di affrontare queste sfide con coraggio, chi tentenna, ma non molla la strada della risalita e chi di fronte ad un principio di ostacolo si lascia travolgere e comincia a vedere tutto nero. Gli ostacoli sono un vero tormento per l’anima e la persona, capita che qualcuno si abbandona al destino e resta inerme ad aspettare che qualcosa cambi. Superare le difficoltà fa parte della vita, esse vanno viste come prove, piccole sfide, che ci aiutano a crescere, ad imparare a creare nuove soluzioni.

Piano B, fresco di stampa, nelle librerie dal 2 maggio per Centauria, con i testi di Gianluca Bavagnoli e Lucia Emilia Stipari, accompagnati dalle bellissime illustrazioni di Duncan Connell realizzate scegliendo colori accesi a contrasto con il bianco e i tratti decisi delle linee nere, fanno da introduzione ad ogni profilo, lo stesso ha realizzato pure i disegni e le animazioni di Sirena, un cortometraggio premiato a Venezia nel 2018; è il libro ideale da leggere per chi sta attraversando un periodo particolarmente difficile, di blocco, di problemi e se ne sente accerchiato senza via d’uscita. Sfogliarlo e leggerlo per ottenere la giusta carica motivazionale questo è il focus degli autori, i quali hanno utilizzato uno stile flessuoso, vivace ed intelligente, capace di coinvolgere il lettore, anche quello più sfiduciato ed invitarlo ad inseguire un sogno, sfidando tutto e tutti, le convenzioni e le convinzioni.

Piano B è un libro basato sull’esemplarità, ventiquattro storie di dodici uomini e dodici donne, diventati degli idoli solo dopo aver subito sconfitte e fallimenti; le storie sono suddivise in quattro parole chiave: Pensa (Impara le regole del gioco e Prova ancora), Credi (Abbi fiducia in te stesso e Non credere a chi non crede in te), Sogna (Usa la tua fantasia e Segui le tue aspirazioni) e Osa (Non arrenderti e Supera i tuoi Limiti), il motto di un grande esperto di Piani B: Walt Disney.

Storie pazzesche, testimonianze di vita, di chi, con coraggio, tenacia e passione è riuscito a superare le proprie difficoltà. Gli autori mettono in luce quali sono gli elementi fondamentali per organizzare e mettere in pratica un buon Piano B, a partire dal primo e più importante: lasciarsi ispirare da chi ce l’ha fatta. Winston Churchill sosteneva che il successo è l’abilità di pensare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo. La vita è un percorso ad ostacoli, ma c’è sempre qualcosa che si può fare per superarli, dunque c’è sempre un Piano B. Basti pensare a Stephen Hawking, che di sfide ne ha vinte parecchie, ad Albert Einstein che avrebbe continuato a fare l’impiegato nell’ufficio brevetti di Berna e invece vinse il premio Nobel per la Fisica, ma anche Charlie Chaplin, Steven Spielberg, Ágota Kristóf, Oprah Winfrey e tanti altri, tutti personaggi divenuti illustri solo dopo aver affrontato rifiuti, fallimenti e umiliazioni. Se non avessero tenuto duro, mai e poi mai sarebbero divenuti personaggi celebri, dei veri e propri idoli. Le loro storie sono dei moniti, degli esempi da seguire, tutti accomunati da un unico modo di fare: reagire in maniera costruttiva alle difficoltà, di qualunque natura esse siano, offrendo spunti a chi legge “Piano B” su come rendere ogni sconfitta un’occasione per ricominciare e riscattare il proprio destino e le proprie capacità. Vicende di uomini e di donne, che sono passati alla storia, dal mondo del cinema alla letteratura, dallo sport alla musica, dalla scienza all’invenzione e persino alla politica, ad accomunarli e farne un motivo d’ispirazione, per chi vive un periodo no, è proprio il Piano B, l’escamotage, grazie al quale, sono riusciti ad arginare un momento di crisi della loro vita, che altrimenti avrebbe segnato la fine dei loro sogni e delle loro aspirazioni massime.

Alla fine del libro vi sono delle pagine lasciate libere, per dare la possibilità al lettore di sentirsi propenso a stilare una ipotetica, nuova, prospettiva di vita, un Piano B agli inconvenienti della vita, capace di assicurare uno stato duraturo di sicurezza e di serenità, seguendo l’ordine, la misura, la dignità e la volontà di fare sempre meglio. Perché tutto è possibile se lo si vuole davvero, bisogna mettere in campo nuove soluzioni, servendosi della creatività, della pazienza, della tenacia, della costanza e della passione, piuttosto che sentirsi sconfitti e abbattuti dalla paura, dalla rabia, dalle frustrazioni, dalla depressione e dalla confusione. Ciò che potrebbe risultare un ostacolo deve trasformarsi in un motore capace di spingerci in avanti, proprio come il Piano B di Henry Ford: Essere dotati e avere entusiasmo è un ottimo inizio, ma c’è una lunga strada da percorrere per ottenere il successo ed è fatta di tempo ed esperienza. Teoria e pratica non sono mai separati: per superare un blocco, stare a guardare serve a poco. Meglio sporcarsi le mani con il grasso dei motori, immaginando sempre nuove soluzioni. Perché la comprensione viene dal fare.

Colgo l’occasione per ringraziare Centauria Libri per l’omaggio graditissimo e per la collaborazione intrapresa. Buona lettura  😘

Sonia Dado

GIANLUCA BAVAGNOLI E LUCIA EMILIA STIPARI

Gianluca Bavagnoli e Lucia Emilia Stipari sono direttore creativo e senior editor di studio pym, laboratorio di idee per l’editoria, la grafica e la comunicazione. Da quando nel 2013, insieme a Laura Cantarelli, hanno fondato la loro agenzia, sono diventati cinture nere di piani B. Ne sfornano praticamente uno al giorno.

E’ possibile acquistarlo su http://www.centaurialibri.it/prodotto/piano-b/

E in tutte le librerie fisiche e on-line.

Ibs https://bit.ly/2XfG8ze

Feltrinelli https://bit.ly/2X4J64Y

Amazon https://amzn.to/2X4JgJC

Precedente MARIELLA MEHR – “Labambina” Successivo ZOE WHITTALL – “Gente per bene”